WISH YOU A HAPPY HALLOWEEN!!!!!

La parola ha origini cattoliche
Nella tradizione Cattolica, infatti, a molti Santi viene dedicato un giorno particolare del calendario Cattolico, ma il 1°novembre è il giorno nel quale vengono festeggiati tutti i Santi. Il giorno dedicato ad “Ogni Santi” (in inglese All Saints’Day) aveva una denominazione antica: All Hallows’Day.
Presso i popoli dell’antichita’ la celebrazione di “Ogni Santi” iniziava al tramonto del 31 ottobre e pertanto la sera precedente al 1° Novembre era chiamata “All Hallows’ Eve” (Eve significa vigilia), ma anche “All Hallows’Even” ( Even significa sera) che venne abbreviato in Hallows’Even, poi in Hallow-e’en ed infine in Halloween.

The word has Catholic originsIn the Catholic tradition, in fact, many of the saints is a special day dedicated to the Catholic calendar, but on 1 November is the day when all the saints are celebrated. The day dedicated to “All Saints” (in English All Saints’Day) had an ancient name: All Hallows’Day.With the peoples of antiquity ‘celebration of “All Saints” began at sundown on October 31, so the night before November 1 was called “All Hallows’ Eve” (Eve means eve), but also “All Hallows’Even “(Even it means evening) which was shortened to Hallows’Even, then-Hallow E’en and finally Halloween. 

La celebrazione di Halloween tuttavia ha origini pagane molto più remote e pone le sue radici nella civilta’ Celtica. Infatti gli antichi Celti che abitavano in Gran Bretagna, Irlanda e Francia festeggiavano l’inizio del Nuovo Anno il 1°Novembre: giorno in cui si celebrava la fine della “stagione calda” e l’inizio della “stagione delle tenebre e del freddo”. 
La notte tra il  il 31 ottobre e il 1° Novembre era il momento piu’ solenne di tutto l’anno druidico e rappresentava per i Celti la piu’ importante celebrazione del loro calendario ed era chiamata la notte di Samhain. Tutte le leggende piu’importanti in cui si narrano cicli epici, antiche saghe, grandi battaglie e si racconta di re e eroi, si svolgevano nella notte di Samhain. Molte di queste leggende riguaradavano la fertilita’ della Terra e il superamento dell’oscura stagione invernale. Per questo motivo si attendeva la meta’piu’ buia dell’anno con grande timore e si celebrava con rispetto cosmico, terrore e panico l’inizio del regno semestrale del Dio delle Tenebre: Samhain (Samain, Samhuin).
In verità non esistono testimonianze archeologiche o letterarie per poter affermare esattamente se Samhain indicasse solamente un periodo dell’anno o fosse una divinita’.
Per i Celti, che erano un popolo dedito all’agricoltura e alla pastorizia, la ricorrenza che segnava la fine dei raccolti e l’inizio dell’inverno assumeva una rilevanza particolare in quanto la vita cambiava radicalmente: i greggi venivano riportati giu’dai verdi pascoli estivi, e le persone si chiudevano nelle loro case per trascorrere al caldo le lunghe e fredde notti invernali passando il tempo a raccontare storie e a fare lavori di artigianato. 

The celebration of Halloween has pagan origins, however, much more remote and civilization has its roots in the ‘Celtic. For the ancient Celts who lived in Britain, Ireland and France celebrated the New Year begins on 1 November: the day when we celebrated the end of the “hot season” and the beginning of the “season of darkness and cold.”On the night of 31 October and 1 November was the time most ‘solemn throughout the year and accounted for Celtic druid the most’ important celebration of their calendar and was called the night of Samhain. All the legends piu’importanti which tells the epic cycles, ancient legends, great battles, and tells of kings and heroes, took place the night of Samhain. Many of these legends riguaradavano fertility ‘of the Earth and the overcoming of the dark winter season. For this reason the expected meta’piu ‘dark year was celebrated with great awe and respect with cosmic terror and panic in the beginning of the half-year reign of the God of Darkness: Samhain (Samain, Samhuin).In truth there are no archaeological or literary evidence to say exactly where Samhain indicate only a year or was a god ‘.For the Celts, who were a people dedicated to agriculture and pastoralism, the celebration marking the end of the harvest and the beginning of the winter is especially important, since life changed radically: the flocks were reported giu’dai green pastures summer, and people shut in their homes to spend the long warm and cold winter nights they spend their time telling stories and making crafts.

I Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno (31 Ottobre) Samhain, Signore della Morte, Principe delle Tenebre, chiamasse a se’tutti gli SPIRITI DEI MORTI e temevano che in tale giorno tutte le leggi dello spazio e del tempo fossero sospese, permettendo al mondo degli spiriti di unirsi al mondo dei viventi. I Celti infatti credevano che i morti risiedessero in una landa di eterna giovinezza e felicità chiamata Tir nan Oge e ritenevano che a volte i morti potessero soggiornare assieme al Popolo delle Fate nelle collinette di cui il territorio scozzese ed irlandese è contornato. 
Una leggenda riferisce che tutte le persone morte l’anno precedente tornassero sulla terra la notte del 31 ottobre, in cerca di nuovi corpi da possedere per l’anno prossimo venturo. Cosi’ nei villaggi veniva spento ogni focolare per evitare che gli spiriti maligni venissero a soggiornavi. Questo rito consisteva nello spegnere il Fuoco Sacro sull’altare e riaccendere il Nuovo Fuoco (che simboleggiava l’arrivo del Nuovo Anno) il mattino seguente. I Druidi si incontravano sulla cima di una collina in un’oscura foresta di querce (albero considerato sacro) per accendere il Nuovo Fuoco e offrire sacrifici di sementi e animali. Danzando e cantando intorno al focolare fino al mattino, si sanciva il passaggio tra la stagione solare e la stagione delle tenebre. Quando il mattino giungeva, i Druidi portavano le ceneri ardenti del fuoco presso ogni famiglia che provvedeva a riaccendere il focolare domestico. Spegnere il fuoco simboleggiavava che la metà oscura dell’anno (quindi la morte) stava sopraggiungendo mentre l’atto di riaccenderlo era simbolo di speranza e di ritorno alla vita, dando cosi’a questo riuto la rappresentazione ciclica del tempo. Alcune leggende narrano di come i Celti bruciassero coloro che ritenessero”posseduti” come avvertimento per gli Spiriti. 
Gli spiriti maligni potevano infatti prendere forme differenti, 
anche di animali, la più malvagia era quella di GATTO.

The Celts believed that on the eve of each new year (October 31st) Samhain, Lord of Death, Prince of Darkness, se’tutti called to the spirits of the dead on that day and feared that all laws of space and time were suspended, allowing the spirit world to join the world of the living. The Celts believed that the dead are in fact residing in a land of eternal youth and happiness called Tir nan Oge and at times believed that the dead would stay with the People of the Fairies in the hills of which the territory is surrounded Scottish and Irish.A legend says that all the people who died the previous year return to earth on the night of October 31, looking for new bodies to possess for the next year to come. So ‘in villages for every home was turned off so that evil spirits were to stay there. This ritual was to turn the sacred fire on the altar and back on the new fire (symbolizing the arrival of the New Year) the following morning. The Druids met on top of a hill in a dark forest of oak trees (tree considered sacred) to turn the New Fire and offer sacrifices of animals and seeds. Dancing and singing around the fire until morning, he sanctioned the transition between the solar year and the season of darkness. When the morning came, the Druids carried the embers of the fire at every family who arranged to turn the home. Turn off the heat simboleggiavava the dark half of the year (ie death) was coming on again while the act was a symbol of hope and return to life, giving this cosi’a reused the representation of cyclic time.Some legends tell of how the Celts burned those who consider it “owned” as a warning to the spirits.The bad spirits could only take different forms,also of animals, the most evil was that of CAT.

Quindi al crepuscolo veniva riacceso il fuoco con il quale si bruciavano offerte, si facevano scongiuri e si lanciavano incantesimi per allontanare dal villaggio le anime dei morti, e guidarle nelle Terra dei Morti. Infatti gli antichi Celti temevano specialmente il momento del crepuscolo poiché credevano che gli spiriti potessero vagare sulla Terra. Con il loro aiuto Samhain (la terribile divinità della notte) avrebbe potuto imprigionare e uccidere il Sole, senza il quale tutto sarebbe tutta la vita sarebbe terminata.
Era quindi necessario offrire dei sacrifici per placare gli spiriti erranti e per ossequiare la divinita’.Un’ antica leggenda medievale riporta che in Irlanda al tempo di San Patrizio in un luogo denominato Mag Sleht ogni primogenito fosse sacrificato nella notte di Samhain in onore di Cromm Cruac che era una divinita’maligna.
 
L’usanza moderna di travestirsi nel giorno di Halloween, nasce dalla tradizione che i Celti avevano, dopo il rito dei sacrifici nella notte del 31 Ottobre, di festaggiare per 3 giorni mascherandosi con le pelli degli animali uccisi per esorcizzare e spaventare gli spiriti. Vestiti con queste maschere grottesche ritornavano al villaggio illuminando il loro cammino con lanterne costituite da cipolle intagliate al cui intorno erano poste le braci del Fuoco Sacro. 
In Scozia la notte di Samhain le persone seppellivano pietre nella terra che venivano ricoperte di cenere e vi venivano lasciate sino al mattino suceccsivo. Se al mattino una pietra era stata smossa, significava che la persona che l’aveva seppellita sarebbe morta entro la fine dell’anno.
Then at dusk the fire was rekindled with the burnt offering which is made incantations and spells to remove the souls of the dead from the village, and guide them in the Land of the Dead. For the ancient Celts feared especially when dusk because they believed that spirits could roam the Earth. With their help, Samhain (the terrible god of the night) could imprison and kill the Sun, without which everything would be all my life would end.It was therefore necessary to offer sacrifices to appease the wandering spirits and pay their respects to the deity. ‘A’ ancient medieval legend relates that in Ireland at the time of St. Patrick in a place called May Sleht all the firstborn was sacrificed on the night of Samhain in honor of Cromm Cruach it was a divinita’maligna.
 
The custom of dressing up in modern Halloween, was born from the tradition that the Celts had, after the rite of sacrifice on the night of October 31, for three days of festaggiare form with the skins of animals killed for exorcising and frighten the spirits.
Dressed in these grotesque masks returned to the village light their way with lanterns made of onions cut in which were placed around the embers of the sacred fire.In Scotland the night of Samhain the people buried in the stones that were covered with earth and ashes were left there till morning suceccsivo. If the morning a stone had been stirred up, it meant that the person who would be buried dead by the end of the year.

Nella tradizione celtica non esistono ne’diavoli, ne’demoni, tuttavia le Fate erano spesso considerate ostili e pericolose dagli uomini che erano risentiti del dover codividere con loro le proprie terre. Le leggende narrano che nella notte di Samihain le Fate sono solite
fare alcuni “SCHERZETTI” agli umani, portandoli a perdersi nelle “colline delle Fate”dove rimanevano intrappolati per sempre. I Celti quindi, per guadagnarsi il favore delle Fate erano soliti offrire loro del cibo o latte che veniva lasciato sui gradini delle loro case. 

Un’altra origine del detto “TRICK OR TREAT” si fa risalire quando i primi cristiani, in cammino da un villaggio all’altro, elemosinvano per un pezzo di “dolce dell’anima”, che altro non era se non un pezzo di pane. Piu’ “dolci dell’anima” una persona riceveva, piu’ preghiere questa persona prometteva di recitare per i defunti della famiglia che aveva a lui donato il pane. Infatti a quei tempi si credeva che i defunti potessero giungere al Paradiso non solo attraverso la preghiera dei propri cari, ma anche degli sconosciuti.
 E’ proprio da queste leggende che ha origine il famoso gioco del “TRICK o TREAT” (Scherzetto o dolcetto) nella quale i bambini 
travestiti con maschere e costumi “mostruosi e terrificanti” vanno di casa in casa, chiedendo dolcetti o qualche moneta.
Se non ricevono niente, possono giocare un brutto scherzo ai proprietari di quella casa, come svuotare la pattumiera nel giardino o attaccare lattine vuote al tubo di scappamento dell’auto.

Quando durante il primo secolo i Romani invasero la Bretagna vennero a contatto con queste celebrazioni. Anch’essi intorno al 1° Novembre onoravano Pomona, la dea dei frutti e dei giardini. Durante questa festivita’ venivano offerti frutti (soprattutto mele) alla divinità per propiziare la fertilità futura. Con il passare dei secoli il culto di Samhain e di Pomona si unificarono, e l’usanza dei sacrifici fu abbandonata, lasciando al suo posto l’offerta di effigi da bruciare e l’usanza di mascherarsi da fantasmi e streghe, divenne parte del cerimoniale.
Malgrado l’avvento del Cristianesimo queste tradizioni erano molto radicate nella popolazione e pur essendovi molte persone convertite alla Chiesa cattolica, l’antico rito celtico-romano rimase.

In Celtic tradition, there are no ne’diavoli, ne’demoni, but the fairies were often considered hostile and dangerous men who were resentful of having to codividere with them their land. Legends say that on the night of the fairies are usual Samihainmake some “treat” to humans, causing them to get lost in the “hills of Fate” which remained trapped forever. The Celts then, to earn the favor of the Fairies used to offer them food or milk that was left on the steps of their homes.Another source of the saying “TRICK OR TREAT” goes back to when the first Christians on their way from village to village, elemosinvano for a piece of “gentle soul” who was nothing if not a piece of bread . More ‘gentle soul, “a person receives, the more’ this person promised to recite prayers for the deceased’s family who had bestowed upon him the bread. In fact in those days it was believed that the dead could not only get to Heaven through the prayers of loved ones, but also strangers.
 
E ‘from these legends that originated the famous game of “Trick or Treat” (Treat or trick) in which childrendisguised with masks and costumes “monstrous and terrifying” go from house to house asking for candy or a few coins.If you do not receive anything, can play a bad joke to the owners of the house, empty the trash in the garden or attacking empty cans to the exhaust pipe of the car.When during the first century the Romans invaded Britain came into contact with these celebrations. They, too, around November 1 honoring Pomona, the goddess of fruits and gardens. During the festivities’ were offered fruit (especially apples) to propitiate the gods for future fertility. Over the centuries the worship of Samhain and Pomona is unified, and the custom of sacrifice was abandoned, leaving in its place to burn effigies of the offer and the custom of dressing up as ghosts and witches, became part of the ceremony.

 Nelle altre aree d’Europa in cui la popolazione era prevalentement pagana si credeva all’esistenza delle streghe e della stregoneria. Uno degli aspetti piu’ importanti della stregoneria era la celebrazione del SABBATH DELLE STREGHE. I Sabbath piu’ importanti erano due il 30 Aprile e il 31 Ottobre. Il 30 Aprile era celebrato nell’ area dell’attuale Germania (in particolare sulle Montagne Harz) e prendeva il nome di Walpurgisnacht (la notte di Valpurga).
In quel giorno si riteneva che le streghe si radunassero sulla cima delle montagne per adempiere alle loro stregonerie ed evocare diavoli e demoni. Il Sabbath celebrato il 31 Ottobre veniva invece chiamato Black Sabbath.
Visto che la Chiesa cattolica non riusciva a sradicare questi antichi culti pagani, escogito’ un tentativo per far perdere il profondo significato di questi riti.
Infatti nel 835 Papa Gregorio spostò la festa di Tutti i Santi dal 13 Maggio al 1° Novembre, pensando cosi’ di dare un nuovo significato ai culti pagani. Tuttavia l’influenza nefasta del culto di Samhain non fu sradicata e per questo motivo la Chiesa aggiunse, nel X° secolo, una nuova festa: il 2 Novembre il Giorno dei Morti in memoria delle anime degli scomparsi che venivanofesteggiati dai loro cari, che mascherandosi da santi, angeli e diavoli accendevano dei falo’. L’antico rito celtico del Fuoco Sacro sopravvive ancora in Inghilterra, ove il 5 Novembre si festeggia il Guy Fawkes Day.

Despite the advent of Christianity these traditions were deeply rooted in the population and while there are many people converted to the Catholic Church, the old Roman-Celtic ritual remained.In other areas of Europe where the population was pagan prevalentement believed in the existence of witches and witchcraft. One of the most ‘important of witchcraft was the celebration of the WITCHES’ SABBATH. The Sabbath more ‘important were two April 30 and October 31. On 30 April, was celebrated in ‘area of the Germany (Harz Mountains in particular) and took the name of Walpurgisnacht (Walpurgis Night).On that day it was believed that witches gather on the top of the mountains to fulfill their sorcery and summon devils and demons. The Sabbath was celebrated on Oct. 31 but called Black Sabbath.Since the Catholic Church was unable to eradicate these ancient pagan worship, devised ‘an attempt to lose the deep meaning of these rituals.In fact, in 835 Pope Gregory moved the feast of All Saints from May 13 to November 1, thinking that ‘to give a new meaning to the pagan cults. But the nefarious influence of the cult of Samhain was not eradicated and for this reason the Church said in the tenth century, a new holiday: November 2 All Souls’ Day in memory of the souls of their loved ones missing from that venivanofesteggiati that masks by saints, angels and devils lit the bonfire ‘. The ancient Celtic ritual of the Sacred Fire is still alive in England, where on November 5 Guy Fawkes Day is celebrated onCredits for Translations Laura Marcora

                                                         
                                                                              Follow my adventures
                                                             Follow me on Instagram => @zagufashion

Write A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.